Lo sviluppo della capacità di spostamento

Semplificando un po’ le cose ma non troppo si può affermare quanto segue.  Imparare gli accordi di uno strumento come la chitarra ci permettere di iniziare a suonare le canzoni che più ci piacciono. La pratica quotidiana e lo studio di elementi più complessi ci possono portare ad un livello sempre migliore e a suonare in maniera più armonica, fluida e complessa. Così come quando impariamo a guidare la macchina, apprese le nozioni teoriche e pratiche fondamentali, possiamo guidare la nostra macchina in tanti tipi di strade differenti. L’esperienza di guida su strade nuove e difficili ci porta poi ad avere una migliore dimestichezza e sicurezza. Così è l’apprendere una gestualità sportiva come il calcio, nei primissimi livelli di specializzazione ai bambini viene mostrato il modo migliore per controllare il pallone, viene spiegato loro il significato di questa gestualità e successivamente, i piccoli calciatori, potranno esercitarsi in situazioni semplici e poi sempre più complesse. La pratica continua permette di assimilare quelle che sono le regole base del controllare il pallone che arriva radente al terreno, con le possibili variabili. Appresi i principi teorici e pratici che fondano questo gesto tecnico il ragazzo potrà fare esperienze sempre più evolute e districarsi con successo in momenti di gara diversi. L’esercizio tecnico, l’addestramento specifico con la palla è anche un elemento base di gran parte delle sedute di allenamento, a qualsiasi livello, per calciatori adulti.

Premessa con domanda: ma quanto tempo un calciatore, durante una gara, è in contatto diretto con il pallone? In media e con le dovute distinzioni per ruolo e senza andare a consultare articoli scientifici 2 minuti? 3, 4, massimo 5 minuti! Bene e per il resto del tempo i nostri atleti che cosa fanno? Si muovono!!!

Altra domanda: il calciatore può determinare un’azione vincente solo quando è in possesso di palla? No in modo assoluto, perché con un’azione efficace del proprio corpo può indurre l’avversario all’errore, oppure con uno spostamento a tempo e coordinato può creare i presupposti per un controllo o una conclusione vincente.

Quindi ci troviamo di fronte ad un importante passaggio, il calcio è uno sport fortemente caratterizzato in tutte le azioni che richiede, pertanto allenare gli atleti ai movimenti fondamentali in possesso palla e non possesso palla può migliorare direttamente la loro prestazione. Quindi è necessario arricchire la proposta del moderno preparatore atletico degli elementi fondanti l’attività tecnica dei calciatori. Come l’allenatore si dedica all’addestramento dei calciatori, anche il moderno preparatore atletico dovrà dedicarsi allo sviluppo di quei presupposti chiave per una pratica razionale. Presupposti motori, coordinativi, tecnici che rispondono alle reali esigenze del calcio moderno, sui quali si costruisce la capacità di prestazione del gruppo squadra. Presupposti che andranno ad influire positivamente anche sugli aspetti metabolici e neuro-muscolari, per i quali spendiamo sempre molto tempo nelle nostre sedute.

Il primo passo consiste nell’individuare i modelli fondamentali di movimento, capire le corrette esecuzioni, le regole biomeccaniche che li sostengono e realizzano. Successivamente ideare e raccogliere le esercitazioni (i mezzi) che possono svilupparne l’apprendimento, la metodologia migliore da seguire per finalizzare meglio il lavoro.

Questi elementi didattici appena elencati sono da mettere nella borsa del moderno preparatore atletico, affianco al pc e ad altre apparecchiature elettroniche. La pratica continua e coerente di tutte queste attività rientra nel piano per lo sviluppo della capacità di spostamento del calciatore, elemento peculiare per la costruzione di calciatori sempre più bravi. Pratica di cui il preparatore fisico moderno deve farsi carico e di cui deve diventare il massimo esperto.

Claudio Donatelli

About these ads
3 commenti
  1. E’ scritto: ” Il primo passo consiste nell’INDIVIDUARE i modelli di movimento, di CAPIRE le corrette esecuzioni, le regole bio-meccaniche…successivamente raccogliere le esercitazioni (i mezzi) …..

    Tutti gli elementi costitutivi del gioco sono stati chiaramente individuati, e sono: I Fondamentali di base,, i movimenti fondamentali individuali, i movimenti fondamentali di collaborazione, gli schemi fondamentali.
    Coordinazioni con regole bio-meccaniche precise per le corrette esecuzioni: piatto, int. collo, est. collo e la pianta del piede, nella conduzione, trasmisssione e ricezione, con chiari punti di impatto del piede che hanno contatto con la palla, e centinaia di esercitazioni.
    Esiste un chiaro Comune Denominatore e una modellizzazione geometrica , perfettamente allenabile e velocizzabile.
    Le Coordinazioni specifiche insegnate correttamente in movimento nei cambi di direzione (90°) e di senso (180°) con una didattica precisa.
    Con i movimenti fondamentali del gioco del calcio si allenano contemporaneamente Tecnica, tattica e preparazione fisica.

    Si parla di individuare e di capire…… le soluzioni ci sono già da verificare e condividere…….
    articolo web: Il gioco del calcio è arte o scienza? http://www.sportbrain.it
    saluti

  2. Roberto Scandroglio ha detto:

    ………ad agosto 2010 è stato editato il libro CHECKUPCALCIO – Come migliorare tecnica e tattica con il metodo dei movimenti fondamentali ed. Ares dove tutti i movimenti individuali e di collaborazione sono stati codificati e schematizzati perfettamente allenabili e velocizzabili, potendo verificare oggettivamente tutto il lavoro.
    saluti

    • Grazie del tuo contributo!
      Ho letto con interesse tutto, anche il tuo articolo su Sportbrain.
      Se ti può interessare nel libro edito quest’anno per Calzetti&Mariucci “MSF Calcio”

      http://www.calzetti-mariucci.it/Shop/SchedaProdotto.aspx?id=8033

      mi sono dedicato molto a scrivere dati, esperienze, schede di allenamento che possono migliorare anche il lato “artistico” del gioco del calcio (lo sviluppo corretto della Geometria nello spazio e il tempo necessario a realizzarla con i movimenti, la coordinazione specifica, la creatività, velocità, precisione).
      A presto!
      claudio donatelli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: